Ottieni subito il tuo prestito!

Delega di Pagamento 3 Soluzioni per Ottenere il Prestito!

DiGlobalFin

Delega di pagamento, il prestito delega online in busta paga per dipendenti privati, pubblici e statali. Hai bisogno di nuova liquidità? Vuoi realizzare un progetto o hai bisogno di un consolidamento debiti? Compila subito il modulo di contatto e ottieni, entro un’ora, un preventivo immediato fatto su misura per te. La richiesta è gratuita e senza impegno (i dati NON saranno inoltrati alle banche dati creditizie come Crif).

Hai una domanda? Scrivi ora un commento; in fondo alla pagina trovi uno spazio dedicato. Un collega risponderà tempestivamente al tuo quesito (servizio gratuito).

Vediamo adesso tutti i vantaggi del prestito con delegazione di pagamento in busta paga.

Prestito con delega di pagamento: cos’è?

Il prestito delega è un finanziamento dedicato a dipendenti di aziende private, pubbliche o amministrazioni statali. Questa formula di finanziamento è simile alla cessione del quinto, sia per la modalità di calcolo rata, sia per la procedura di rimborso e garanzie accessorie. Può essere richiesto anche se:

  • cattivi pagatori
  • protestati
  • in presenza di un pignoramento in busta paga

Coesistenza cessione del quinto e delega di pagamento

È possibile avere contemporaneamente questi due finanziamenti? Conosciuto anche come doppio quinto dello stipendio, questo prodotto ti garantirà di ottenere nuova liquidità anche in presenza di un pignoramento o protesto, purché la somma di tutte le rate (cessione del quinto + pignoramento + protesto + delega) non superi il 40% del reddito mensile netto. Questa soglia (40%) può essere ampliata fino al 50% se il richiedente è un dipendente statale.

Esempio: se Mario, dipendente privato, percepisce un reddito mensile netto pari a 1000 euro, il 40% corrisponde a 400 euro. Ipotizzando che lui abbiamo in corso una cessione del quinto di 200 euro, un pignoramento di 50 euro, non potendo superare la soglia del 40%, la rata massima del prestito delega pagamento non potrà essere maggiore di 150 euro.

Delega di pagamento: tempistica.

Per l’erogazione di questo prestito i tempi sono simili a quelli della cessione del quinto. L’iter infatti è il medesimo. Valutata la fattibilità della richiesta, ottenuto il certificato di stipendio o gli allegati ministeriali (per dipendenti statali), si procederà con la richiesta di delibera.

Successivamente, firmato il contratto, si:

  • notificherà in azienda una copia del contratto di finanziamento e dell’atto di benestare (che dovrà essere restituito timbrato e firmato dall’amministrazione)
  • richiederà l’emissione della polizza
  • estinguerà il debito residuo del prestito in corso (quando il cliente aveva in essere una precedente delegazione di pagamento).

Mediamente con le amministrazioni private i tempi sono un po’ più lunghi; in tutti i casi trascorreranno circa 20/25 giorni dalla data di richiesta fino all’erogazione del prestito a favore del cliente.

Delega di pagamento: requisiti.

Per ottenere questo finanziamento, per prima cosa bisogna avere un contratto a tempo indeterminato e con cessione del quinto in corso. Solo nel caso di dipendenti di ditte private (srl, spa, cooperative), la finanziaria che erogherà il prestito richiederà la garanzia tfr.

Delega di pagamento dipendenti privati

Se dipendente privato, per poter richiedere un prestito con seconda trattenuta in busta paga, devi:

  • avere il contratto di lavoro a tempo indeterminato
  • aver accumulato sufficiente tfr (trattamento di fine rapporto) oppure optare per la delega di pagamento no tfr (con la delega senza tfr si potrà ottenere una somma di denaro inferiore)
  • non essere prossimo al pensionamento
  • lavorare in un azienda gradita alle compagnie assicurative

In merito a quest’ultimo punto, la valutazione da parte delle assicurazioni, attive sul prodotto delega di pagamento, gioca un ruolo fondamentale. Non è pertanto scontato poter accedere a questa soluzione, anche quando il datore di lavoro è favorevole a procedere con una seconda cessione del quinto in busta paga.

Delega di pagamento e datore di lavoro

Come detto poc’anzi, il primo fattore che determina la fattibilità di una richiesta di delega è il gradimento o assumibilità da parte dell’assicurazione nei confronti dell’azienda. Quando questo avviene, il datore di lavoro dovrà essere favorevole nell’autorizzare una seconda trattenuta sul cedolino del proprio dipendente.

Infatti tra le differenze tra cessione del quinto e delega di pagamento, troviamo il vincolo da parte del datore di lavoro che potrebbe non concedere questa possibilità. Non essendo un diritto del lavoratore, a differenza del quinto di stipendio, il datore di lavoro potrà vietare questo secondo prestito in busta paga.

È responsabilità dello stesso:

  • trattenere e versare a favore della finanziaria le quote mensili previste da contratto, per tutta la durata stabilita da piano di ammortamento (numero di rate totali)
  • vincolare il tfr a favore della finanziaria, senza concedere acconti al dipendente
  • versare, in caso di licenziamento, tutto o parte del trattamento di fine rapporto, in caso di licenziamento del dipendente.

Delega di pagamento rifiutata: principali motivazioni.

Delega di pagamento non accettata? Come mai? per quale motivo ti è stato negato questo finanziamento? Le motivazioni principali sono:

  • il datore di lavoro non è favorevole
  • tfr insufficiente e impossibilità a procedere con la delega no tfr
  • valutazione assicurativa, sull’azienda, negativa
  • reddito mensile netto insufficiente, al di sotto della soglia minima (500 euro)
  • troppi impegni in busta paga (cessione del quinto, pignoramento, protesto)

Se ti hanno appena respinto una richiesta di delega, se vuoi maggiori dettagli e verificare se tramite le nostre convenzione è possibile recuperare positivamente la tua richiesta, contattaci subito! Compila adesso il modulo di contatto.

Rinnovo delega di pagamento: quando si può rinegoziare?

Quando si può rinnovare la delega di pagamento? Abbiamo già affrontato questo argomento in un altro articolo. Se interessato a leggere, per comodità, trovi di seguito il link rinnovo doppio quinto in busta paga.

Perché Globalfin?

Siamo una società di mediazione del credito iscritta all’albo OAM n M359. A differenza di una banca o una agenzia prestiti, il nostro ruolo è di individuare sul mercato la migliore offerta fra le numerose società finanziarie convenzionate.

Sul web puoi trovare diverse offerte, tra quelle dirette di una banca o a un elenco finanziarie presenti su un comparatore prestiti online. In questi due casi non avrai mai la certezza di aver scelto il prestito migliore.

Come funziona?

Fatta la richiesta tramite il nostro sito, riceverai una telefonata entro pochi minuti. Con un consulente verificherai la reale fattibilità e in caso positivo, sarà elaborata una simulazione per il nostro miglior preventivo.

Successivamente sarà fissato un appuntamento con un consulente di zona, direttamente a domicilio. Dove vivi? Roma, Milano, Bologna, Foggia, Lecce, Olbia, Trento, Ravenna, Ancona, Napoli o Asti? Siamo presenti anche nella tua città; la nostra rete infatti è attiva su tutto il territorio nazionale.

Quanto costa?

Nulla, il servizio è assolutamente gratuito, nessuna spesa anticipata o costo di altro tipo.

Vantaggi?

Un consulente personale direttamente a casa tua. Un ampia gamma di soluzioni grazie alle diverse convenzioni con banche e finanziarie. È il caso di Laura di Genova che ci ha scritto:

Salve, ho in corso una cessione del quinto fatta di nuovo pochi mesi fa; sono interessata al rinnovo delega in busta paga, ma la mia Banca (Unicredit), non mi ha accettato la richiesta. Ho un prestito Agos, uno Compass e una carta di credito Findomestic, ma non posso rinnovarli perché cattivo pagatore. Potete aiutarmi?

Laura ha rinnovato il suo prestito in busta paga, ottenendo circa 25000 euro. Questi soldi sono serviti in parte per chiudere il secondo prestito sullo stipendio e in parte a ottenere nuova liquidità.

Scegli adesso l’offerta migliore, contattaci adesso per un preventivo gratuito e senza impegno.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

12 Commenti finora

Vito TEDESCOPubblicato il9:21 pm - Mag 11, 2019

Sottufficiale Esercito Italiano in pensione puó richiedere il prestito con delega?

MarcoPubblicato il2:21 pm - Gen 7, 2019

Salve, ho già una cessione del quinto no tfr e un pignoramento in busta. Sono un dipendente con contratto a tempo indeterminato di una SRL. Posso richiedere un prestito con delega? Avrei bisogno di contattare un vs consulente se fosse possibile. Grazie

SIMONE MARIOTTIPubblicato il11:21 am - Dic 18, 2018

Buongiorno, mi hanno rifiutato una delegazione di pagamento perché non mi hanno emesso la polizza perché sono titolare di una rendita INAIL che non compromette la mia attività lavorativa che è la stessa da 18 anni nella stessa azienda …si può fare qualcosa??

Loredana FioccaPubblicato il12:56 pm - Nov 11, 2018

Buongiorno, ho chiesto il rinnovo di un prestito con delega, ma mi dicono di non poterlo erogare finchè non riprendo servizio. Sono in congedo straordinario per assistenza genitore con disabilità grave riconosciuta con legge 104.
Lavoro in Poste da 33 anni. La pratica è completa, è corretto quanto mi comunicano?
Grazie
Loredana

Centro gestione preferenze Privacy